Alimentazione

Articoli sul sistema di alimentazione della tuta, raggruppati per fase di sviluppo.
La pagina è in lavorazione, presto ne avremo una versione maggiormente “visiva” e più facile da navigare.

FASE IDEA

Idea celle a combustibile idrogeno

FASE STUDIO DI FATTIBILITA

Studio di fattibilità batterie Li-po

Studio di fattibilità motori a scoppio

FASE PROGETTAZIONE

 

<— Torna al progetto Iron Man

7 risposte a “Alimentazione

  1. Ciao senti io non credo che pile convenzionali siano utilizzabili per realizzare un alimentazione completa e duratura. Studio fisica e chimica e ho scoperto che il sodio possiede alcune proprietà…inportanti…Siccome sto già progettando un sistema di alimentazione autosufficiente non vado avanti per mantenere il “diritto d’autore” ma se fossi in te approfondirei le caratteristiche di questo metallo alcalino. L’idea del Reattore ARC non è proprio da abbandonare.

  2. Ti ringrazio per il consiglio.
    Immagino che le tue ricerche puntino alla realizzazione di un reattore a fusione fredda…
    Comunque condivido la tua scelta di mantenere il progetto segreto, e ti auguro di avere successo con il tuo lavoro.
    Se riesci a sviluppare qualcosa prima di me possiamo provare ad integrare i due sistemi.

    In ogni caso per ora io continuo a seguire la strada più percorribile ;)

    • Certo, se le mie previsioni si riveleranno esatte, allora potremmo combinare i due sistemi. Mi sembra molto promettente la tua struttura per l’armatura ;)

  3. Io andrei per adesso con le classiche batterie agli ioni di litio. Ci sono pacchi batterie da 36 o 48 volt abbastanza compatti ed sopratutto economici tipo quelli utilizzati sulle bici elettriche. Altrimenti se aspettiamo di mettere a punto la fusione nucleare questo prototipo non lo facciamo mai!

  4. prima di tutto buon giorno e buon lavoro a tutti è un pò che mi frulla per la testa di realizzare l’armatura ma quello che mi interessa più di tutti è proprio il volo , vorrei suggerire se possibile un alimentazione da magneti permanenti . i magneti dovrebbero azionare un semplice alternatore che produrrebbe energia elettrica continuativamente …sarebbe possibile una cosa del genere ? perchè se possibile si potrebbe pensare poi al compressore da applicare per eventuale volo ..premesso non sono un ne un laureato ne un diplomato ma solo uno dei tanti appassionati di tecnologie future

  5. Io sono uno studente di elettrotecnica e anche io sto studiando per cercare di creare delle batterie con una grande capacità e una piccola dimensione e sono arrivato al punto di creare una batteria di 75 v e la dimensione è di 2 cm di larghezza 10 cm di lunghezza e 1 cm di profondità ma è solo un prototipo e ci sono molti problemi da risolvere come il surriscaldamento eccessivo tocca i 48 c° se usata per troppa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...