Arduino Starter Kit è tra noi

Breve post per annunciare l’arrivo dell’arduino starter kit.

 

My beautiful picture My beautiful picture

Nulla da dire, ancora devo metterci mano, ma ho praticamente letto tutto il libro di progetti allegato.
Il progetto numero 5 illustrato nel libro introduce al controllo dei servomotori. Nei prossimi giorni realizzerò la maggior parte dei progetti illustrati, in modo da acquisire le conoscenze che mi permetteranno poi di realizzare il circuito relativo al controllo del braccio meccanico (di cui ho parlato nell’ultimo post Esoscheletro (1)) senza fare danni.

Per quanto riguarda il kit in se, nulla da eccepire. Bella scatola innanzitutto xP, e scherzi a parte bei componenti in generale (ho letto i data sheet di alcuni sensori come il fotoresistore o il sensore di temperatura e mi sono piaciuti).
Vi mostrerò i componenti con calma, magari di volta in volta che li utilizzeremo.
My beautiful pictureDi tutti i componenti del kit, comunque, l’unico che mi ha rimasto un po’ perplesso è proprio il servomotore. Difatti è molto più piccolo di quanto mi aspettassi.

Probabilmente per il prototipo di braccio ne utilizzerò un altro (questo sembra talmente delicato che ho quasi paura di romperlo con lo sguardo :/).

Ho ordinato nella stessa spedizione anche dei potenziometri di qualità un po’ superiore (da usare come sensori nel braccio) e 2 led e 2 ricevitori a infrarossi che, prima o poi, mi serviranno.

Piccola nota fuori tema:
– Se vedete il sito impazzire ogni tanto non fateci caso e ricaricate dopo qualche minuto. Sto facendo delle modifiche/verifiche.

Cari saluti, ci sentiamo presto :)

Annunci

5 risposte a “Arduino Starter Kit è tra noi

  1. Aggiornaci un po’! Come sta andando il braccio?

    • Lol, benissimo! qualche altro giorno di pazienza e lo realizzerò a livello pratico; questo fine settimana purtroppo non avrò modo di lavorare, quindi il prossimo post (e magari anche un video *.*) a metà della settimana prossima probabilmente.

  2. Ciao ! Ho letto tutti i post che hai messo e devo farti i miei complimenti, mi sono piaciuti molto , essendo un disegnatore ne so gran poco di varie tecnologie o sistemi informatici, volevo informarmi di più mi puoi dare una mano ?:)

  3. come si può fare per far seguire all’esoscheletro i movimenti del corpo? io stavo pensando a dei biosensori, che oltretutto vengono anche usati in esoscheletri o protesi già esistenti, ma sarebbero molto difficili da reperire. idee?

    • Si, i Biosensori tipo EMG sarebbero l’ideale, ma come hai detto sono difficili da reperire, anzi più che difficili, costosi.
      Ho ipotizzato alcune soluzioni alternative che non so fino a che punto sono valide. Una prevede l’utilizzo di un potenziometro, l’altro invece utilizza delle fotoresistenze. Come forse sai questi sono sensori economici; quello a cui punto è sfruttare al massimo l’ingegno e la creatività (utilizzare oggetti in modi nuovi) e al minimo il portafoglio (tutto deve essere alla portata di tutti). Ho già scritto dei codici e li sto testando, comunque tutto questo sarà argomento del prossimo post, l’attesa è quasi finita ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...